Il Miur (ministero dell’Università e della Ricerca scientifica) ha accreditato oggi al Ciasu (Centro Internazionale Alti Studi Universitari) di Fasano 1.650.000 euro “come ultima tranche di quel mega-finanziamento stabilito nel ’98 in 43 miliardi di vecchie lire per la costruzione del nostro Centro ” afferma il sindaco Lello Di Bari -; di questo sono particolarmente soddisfatto, tanto più che, proprio grazie ai miei ripetuti incontri romani al ministero, da marzo di quest’anno, siamo riusciti a sbloccare l’elargizione di quest’ultima parte del finanziamento. Appena ricevuta oggi la notizia ” spiega il sindaco ” ho dato mandato all’Ufficio tecnico comunale di riprendere in mano il progetto per la realizzazione della rete fognaria al Ciasu, di rivederlo e, nel contempo, di ridefinirne il quadro economico, alla luce dell’accreditamento di quest’ultima tranche di finanziamento governativo“. Il sindaco, inoltre, ha ricevuto oggi “un’altra importante notizia ” annuncia – relativa sempre al Ciasu, e cioè che presto ci verranno accreditati i cinque milioni di euro da parte del Cipe. La delibera è stata già approvata ” sottolinea Di Bari adesso bisognerà attendere qualche giorno affinchè venga registrata formalmente e possa, così, diventare esecutiva. Anche quest’altro risultato, me lo si consenta ” puntualizza il sindaco “ è il frutto del mio impegno profuso al fine di vedere nascere concretamente il nostro Centro Internazionale Alti Studi Universitari e dei miei ripetuti incontri nei Palazzi romani“. Dei 5 milioni di euro che verranno accreditati nei prossimi giorni, tre serviranno a chiudere il contenzioso in corso fra Ciasu e ditta costruttrice dell’immobile-sede del Centro (la “Opere Pubbliche, spa”), mentre i restanti due “per l’avvio della gestione e delle attività ” chiarisce il sindaco ” in attesa delle decisioni che verranno assunte dal Comitato tecnico-scientifico in ordine alla destinazione del Ciasu. Personalmente ” sottolinea Di Bari vi vedrei bene una Scuola internazionale di turismo; in ogni caso, sono fiducioso, giacchè hanno manifestato l’interesse ad utilizzare il Ciasu per master post-universitari o corsi di alta formazione, tutte le Università presenti in Puglia, oltre all’Università del Mediterraneo, ossia l’associazione di 83 Atenei dei Paesi che si affacciano sul Mediterraneo e l’Ordine dei medici della nostra provincia; per non dimenticare ” ricorda il sindaco – l’Università dell’Idrogeno con la quale il Ciasu ha firmato a giugno dell’anno scorso, proprio nel Palazzo municipale fasanese, un protocollo d’intesa finalizzato alla nascita ed all’allocazione nella sede di contrada Giardinelli di una Scuola euromediterranea di ricerca sulle fonti energetiche rinnovabili“. Il Ciasu vede come soci il Comune di Fasano, la Provincia di Brindisi e il Consorzio dell’Università di Bari.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.