Il Comune di Fasano ha aderito al progetto per la realizzazione dei percorsi ciclabili nell’ambito dell’accesso ai finanziamenti comunitari dell’Area Vasta che comprende anche i comuni di Brindisi, Erchie, Francavilla Fontana, Ostuni e San Vito dei Normanni. Ciascun Comune ha predisposto il proprio progetto individuando un percorso particolare che diverrà ciclabile così da consentire a turisti e fasanesi di scoprire le nostre bellezze naturalistiche. Il percorso individuato per Fasano taglia trasversalmente tutto il territorio comunale, dai confini con la terra ostunese a quelli con il territorio monopolitano, dalla piana degli ulivi alla costa, passando attraverso le splendide masserie fortificate e l’area archeologica di Egnazia. La lunga “pista” ciclabile partirà precisamente dalla Strada Comunale Signora Munno Ottava (nei pressi del Dolmen di Montalbano) per svilupparsi sulla Strada Provinciale n. 10 che dall’ex S.S. n.16 porta alla S.S. n.379 collegandosi alle preziose masserie Ottava Grande, Ottava Piccola e l’Oasi di S. Giovanni Battista. Proprio l’ingresso dell’Oasi costituirà la prima delle sei aree di sosta individuate, che consentiranno agli amanti delle bici di fermarsi per riposare e rigenerarsi. Il percorso continuerà attraverso un itinerario che consentirà di raggiungere Pozzo Faceto dove sarà sistemata la seconda area di sosta; da qui si raggiungerà la stazione ferroviaria di Cisternino e s’imboccherà la Strada Comunale Tenente che condurrà sulla Strada Comunale Pozzo Guacito. Il percorso si snoderà successivamente lungo il tracciato della antica via Appia “Traiana per giungere alla terza area di sosta dalla quale si percorrerà la Strada Comunale Tuppina di Sopra fino a Torre Canne. Successivamente si passerà per la Strada Comunale Carceri di Egnazia ” Pezza di Chiave ” San Domenico, zona in cui ci sarà la quinta area di sosta. Il tratto finale proseguirà fino all’attraversamento della Strada Provinciale n. 4 (Fasano ” Savelletri) per proseguire verso l’area degli scavi archeologici di Egnazia che costituirà la sesta e ultima area di sosta. L’itinerario completamente pianeggiante consentirà l’attraversamento a tutti i tipi di biciclette in un percorso attraversato da autoveicoli ma con un flusso di traffico non intenso e, comunque, delimitato da particolare cordolo di sicurezza che disegnerà il tracciato per le bici. I lavori dovrebbero concludersi entro la prossima primavera con l’auspicio che il percorso ciclabile rappresenterà un’attrattiva turistica in più del nostro territorio.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.