E’ stato pubblicato venerdì 26 agosto scorso sulla Gazzetta Ufficiale il bando di gara per la realizzazione della nuova casa per anziani dell’ASP “Canonico Rossini” che sorgerà a Fasano. La gara scade alle ore 12 del prossimo 15 settembre e possono parteciparvi tutte le ditte interessate a candidarsi alla selezione. Un bando di gara – mediante procedura ristretta-appalto integrato – che vuole realizzazione la nuova struttura dell’ente pubblico Azienda per i Servizi alla Persona, attualmente operante in un’ala dell’ospedale di Fasano. Le condizioni di partecipazione, il progetto definitivo, la documentazione di gara e la modulistica sono disponibili e scaricabili sul sito [url=http://www.rossinifasano.it]www.rossinifasano.it[/url]. “Abbiamo dovuto affrontare e superare enormi e complicate difficoltà procedurali e tecniche prima di poter giungere alla pubblicazione di tale bando “dichiara il presidente dell’ASP Vito Ventrella -. I tempi e le articolate procedure di un ente pubblico per arrivare a selezionare un operatore economico che realizzi qualsiasi opera pubblica di rilevante entità sono un banco di prova estremamente difficoltoso; ciಠdetermina tempi necessariamente più dilatati rispetto ai privati che pure beneficiano di finanziamenti pubblici. Il Cda del “Canonico Rossini” (composto da Renzo Deleonardis, Stefano Di Tano, Vito Mileti e Floriano Vincenzi) ha lavorato con passione ed in concordia; di ciಠsono grato ed orgoglioso, poichè si manifesta la volontà di accettare una ambiziosa sfida: dare alla comunità cittadina, dopo più di un secolo di attività del “Rossini”, una idonea, efficiente e moderna struttura interamente pubblica, capace di offrire un servizio completo e valido per la cura e l’assistenza degli anziani”. La nuova casa di riposo costerà circa 3 milioni di euro e sarà realizzata mediante i finanziamenti europei del Programma Operativo Fesr 2007 ” 2013 Linea 3.2 – alla cui graduatoria l’ASP “Rossini” si è piazzata al quarto posto nella graduatoria con un contributo regionale-europeo di circa 2 milioni di euro.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.