Dopo il ricordo dell’Ultima cena e della passione e morte di nostro Signore Gesù Cristo, nel Sabato Santo predomina il silenzio, il raccoglimento, la meditazione, per Gesù che giace nel sepolcro; poi verrà la gioia della Domenica di Pasqua con la sua Resurrezione, ma nel sabato incombe il silenzio del riposo della morte. Se liturgicamente il sabato santo è il giorno del silenzio, per tutti è la giornata di preparazione alla festività della Pasqua: si preparano le pietanze tipiche della giornata, i dolci: anche la tavola è un festa dopo il lungo periodo penitenziale della Quaresima. A mezzanotte, quando durante le celebrazioni il sacerdote annuncia la Resurrezione, le campane, restate mute in questi tre giorni, si sciolgono e suonano a festa annunciando che Cristo ha vinto la morte!

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.