All’alba di sabato 30 gennaio ha concluso l’esistenza terrena padre Virgilio Giovanetto, 74 anni, sacerdote canossiano molto conosciuto a Fasano per il suo servizio svolto all’oratorio dei fanciulli e nelle parrocchie di s. Antonio abate e san Francesco d’Assisi, sin dal 1994. Padre Virgilio, da tempo provato dalla malattia, era da qualche mese ospitato presso la casa di riposo Sancta Maria Regina Pacis dove, nei giorni scorsi aveva ricevuto la visita del vescovo, mons. Padovano e del confratello padre Sergio Pinato che proprio domenica scorsa aveva celebrato a Fasano i 50 anni di sacerdozio. Padre Virgilio, noto per la sua disponibilità , umanità e per l’attenzione verso i giovani ha curato per anni la pastorale vocazionale della congregazione canossiana e proprio lui aveva seguito il cammino vocazazionale di padre Giuseppe Tarì, sacerdote canossiano di Fasano. Padre Virgilio era anche un amico di tanti calciatori delle squadre professionistiche di serie A e B, che conosceva e avvicinava nel corso dei ritiri estivi nelle località alpine in cui le più famose società italiane svolgevano la preparazione pre campionato. La camera ardente è stata allestita presso la cappella dell’oratorio del fanciullo dove ha trascorso gli ultimi 15 anni di vita. Il rito funebre si svolgerà lunedì 1 febbraio alle or 15,00 nella chiesa di S. Antonio abate. Alla comunità canossiana il cordoglio della nostra redazione.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.