Quest’anno, un gemellaggio di solidarietà avvicinerà tra loro due città : Fasano e Noci. L’occasione è data dal Santo Natale, poichè in entrambi i siti saranno allestite delle iniziative aventi il peculiare obiettivo della solidarietà e i cui proventi andranno a finanziare le attività dei ragazzi del “Sacro Cuore” Opera Don Guanella di Fasano. Sarà , infatti, messo in mostra, attraverso foto, cartelloni e altro materiale illustrativo, quanto i ragazzi e gli operatori delle Comunità Residenziali del “Sacro Cuore” hanno realizzato nel corso dell’anno scolastico e in vacanza, al mare o in montagna. Inoltre, a Fasano, nei locali dell’Istituto “Sacro Cuore”, in via Matarano, saranno esposti i lavori di piccolo artigianato a tema religioso o natalizio, confezionati, anche questi, dai ragazzi ospiti delle Comunità Educative gestite dall’Opera. Tra le altre cose, dopo avere visitato il tradizionale presepe, infine, chi vorrà potrà tentare la fortuna presso l’altrettanto tradizionale pesca di beneficenza. Per questo Natale, comunque, una sorpresa attende i visitatori: si potrà visitare anche la stanza, arredata ancora con i mobili originali dell’epoca, di Don Sante Perna e la sua tomba che si trova nella cappella dell’Istituto. Cià², sicuramente, farà piacere ai tanti che, pur non avendolo conosciuto, ancora ricordano il padre fondatore del “Sacro Cuore” che a Fasano, nel 1934, cominciಠad accogliere bambini e ragazzi poveri, soprattutto orfani di guerra. Da allora le cose sono molto cambiate, anche grazie al contributo dei religiosi dell’Opera Don Guanella, approdati al “Sacro Cuore” nel 1937. Questo Natale 2009 il “Sacro Cuore” esporterà nella cittadina murgiana, presso i locali del “Vecchio Mulino”, in via della Repubblica, le sue attività e la sua creatività . Infatti, lì è già fruibile una mostra di presepi di vario genere, così come saranno esposte foto e cartelloni. Allieterà il percorso un piccolo mercatino di prodotti realizzati dai ragazzi delle Comunità Educative del “Sacro Cuore”. Questo “gemellaggio” particolare è stato reso possibile dalla benevolenza e interessamento di Don Pasquale Tinelli, direttore generale della casa di Cura “Monte Imperatore” di Noci. Un Natale, dunque, ricco “¦ di solidarietà , bellezza e allegria.

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.