Si svolgerà sabato 17 ottobre la seconda giornata nazionale sull’Afasia istituita da A.IT.A onlus, Federazione (Associazioni Italiane Afasici). Le persone afasiche soffrono di disturbi del linguaggio causati da lesioni cerebrali (ictus, traumi cranici, tumori, encefaliti) generalmente localizzate nella sfera sinistra del cervello. Queste lesioni non alterano la loro intelligenza o la loro capacità di provare sentimenti come chiunque altro, ma impediscono la capacità di usare il linguaggio anche per le necessità elementari della vita quotidiana. àˆ necessario, quindi, un supporto complesso che deve venire da coloro che hanno con la persona afasica un rapporto professionale (medici, neuropsicologi, logopedisti, assistenti sociali), dalle persone che fanno parte del suo ambiente (familiari, amici, colleghi) o che lei si dedicano come volontari. Vi sono persone in cui è compromessa la capacità di parlare, ed altre in cui è più compromessa la capacità di scrivere; analogamente, in alcuni casi è più danneggiata la comprensione delle parole udite, in altri più la comprensione delle parole lette.?? Spesso le persone affette da Afasia “scompaiono” a livello sociale e relazionale perchè non possono più interagire con i propri cari, con l’ambiente lavorativo. L’Afasia rende difficile, se non impossibile, fare una chiacchierata con un amico; scrivere una cartolina; leggere il giornale. Essa impedisce di utilizzare normalmente il linguaggio nelle attività comunicative di tutti i giorni. Per questo, per sostenere la persona afasica e i suoi familiari, è stata costituita nel marzo 1994 l’A.IT.A. (Associazione Italiana Afasici) ricostituita nel novembre del 2005 come A.IT.A.onlus Federazione (Associazioni Italiane Afasici). L’Associazioen Italiana Afasici ha una sede operativa anche a Fasano: in C.da Carbonelli n. 27 referente è il sig. Leonardo Carbonara che è anche il responsabile regioanle del sodalizio. Per maggiori informazioni sulla seconda giornata nazionale chiamare il numero verde 800-912326 e visitare il sito www.aita-onlus.it

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.