Con riferimento alle numerose dichiarazioni a mezzo stampa che in queste ore stanno rilasciando autorevoli esponenti del PDL, tendendi a rassicurare i pugliesi che i siti nucleari saranno individuati di concerto con gli enti locali, il Coordinatore della fase costituente del PD pugliese Fabiano Amati ha rilasciato la seguente dichiarazione: “E’ opportuno che prima di parlare si leggano le carte. Leggendo le carte si scoprirà che l’emendamento all’art. 14 (n. 14.10) del disegno di legge, cioè quello che prevedeva l’intesa vincolante con gli enti locali, è stato respinto con il voto massiccio ed unanime dei Senatori del PDL, compresi i Senatori pugliesi (Saccomanno in testa): allo stato – dunque – il disegno di legge prevede solo la consultazione non vincolante. Rassicurare sull’evenienza del consenso degli enti locali dopo aver proceduto ad escludere il loro parere vincolate appare – dunque – un maldestro tentativo elettoralistico, a meno che le autorevoli personalità del PDL che in queste ore stanno intervenendo sul punto non vogliano comunicarci la volontà di modificare il disegno di legge in questa parte (parere vincolante degli enti locali) non appena ritornerà alla Camera. Se così fosse basta dirlo, senza tergiversare.”

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.