Tra storia, folklore, cultura e suoni del Mediterraneo, sabato 18 giugno a partire dalle ore 18.30 si snoderà per le vie principali di Fasano il corteo storico “La Scamiciata” con i suoi 300 figuranti in costumi d’epoca a rievocare la vittoria dei Fasanesi sui Turchi invasori nella battaglia del 2 giugno 1678. A seguire, intorno alle 21.30 in piazza Ciaia si terrà lo spettacolo “Ritmi e suoni del Mediterraneo”, con i gruppi “Coro del Pollino” di Morano Calabro (Cs), “Uggiano Ferrandinese” di Ferrandina (Mt), “I Dragoni di Agnone” di Agnone (Is). Al corteo, organizzato dal comitato “Giugno fasanese ” La Scamiciata” in collaborazione col Comune di fasano ed il patrocinio della Regione Puglia, della Provincia di Brindisi e di “Filia Solis ” Terra di Brindisi”, prenderanno parte anche i cortei storici ospiti, artisti di strada, sbandieratori, gruppi di animazione. La Scamiciata. Sono trecento i figuranti in costume col Banditore che precede il corteo ed invita il popolo alle solenni celebrazioni per ricordare il valore dei “padri”. Segue la drammatizzazione della battaglia: la rabbia dei vinti e l’esultanza dei vincitori affascinano lo spettatore, che si vede coinvolto continuamente nella rappresentazione del dramma attraverso l’intero percorso del corteo. Sfileranno, a seguire, lo stendardo dell’Universitas e la dama con le chiavi della città , i dignitari, i rappresentanti delle famiglie nobili con i propri stemmi; poi, la bandiera del Baliaggio di Santo Stefano precederà la carrozza del luogotenente Fra’ Zurlo da Crema, accompagnato dal sindaco Pompeo Mignozza; la bandiera del Balì di Malta; Fra’ Brancaccio precederà la sua carrozza, il tutto seguito dal popolo in festa. Poi, ecco il capo dei Turchi che viene scortato da armigeri e precede gli “scamiciati” (i fasanesi che vinsero la battaglia) i quali, gioendo del fortunato esito, tra canti e balli della tradizione pugliese e napoletana, circondano il carro che ricorda il trionfo, una grande barca su cui gli “scamiciati” issano i labari dei santi patroni di Fasano, la Madonna di Pozzo Faceto, san Giovanni Battista e santo Stefano Protomartire. La sfilata di sabato seguirà un percorso ben preciso: viale della Resistenza, via F.lli Rosselli, viale De Gasperi, via Nazionale dei Trulli, viale della Resistenza, le vie San Francesco, Piave, Cenci, corso Vittorio Emanuele, le vie Egnazia e Roma, corso Garibaldi, piazza Ciaia. “La Scamiciata” sarà accompagnata dai sei cortei storici ospiti di Fasano: “Le Rocche Raccontano” di Ferentillo (Tr), “La Battaglia tra Turchi e Cristiani di Tollo” (Ch), “Traslazione delle Reliquie di San Vito Martire” di Lequile (Le), “Il Corteo del Balì Carafa” di Putignano (Ba), “Concentus Tempus Saltandi” di Campi Salentina (Le), “Dentice di Frasso” di Carovigno (Br).

Leave a Comment

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza sul nostro sito web. Clicca su Accetto per non visualizzare più questo avviso.